In Alleanza

Il blog del Centro Internazionale di Spiritualità

Una festa nuziale !

Lascia un commento

Una festa nuziale. Un ospite. Un bisogno. Una richiesta. E poi succede qualche cosa. In verita’, un bisogno pastorale richiede i doni di amore.
Che cosa vuol’ dire “amore”, esattamente? Tutti le religioni lo professano. Tutte le persone lo desiderano. Eppure, chiunque di noi vissuto con tutto il cuore la fede, sa che l’amore rimane un mistero. Dio e` mistero. E l’amore è un mistero. Noi “sappiamo” che è vero, perché` sia il nostro desiderio che la nostra fede in Dio si rivelano in e tramite il nostro desiderio e la nostra fede nell’amore. Mai completamente compresi ne raggiunti, ambedue i misteri sono la ragione della nostra vita. Questo mistero Dio-Amore e` il nostro incontro con tutto quello che ci apre al senso ultimo per la nostra vita consacrata.
Nella nostra vita da Adoratrici del Sangue di Cristo c’impegniamo ad abbracciare Dio-Amore in ogni momento ed in ogni relazione.

La sfida poi diventa: come far crescere il proprio cuore; come nutrire la nostra capacita` di amare. Conosciamo la Scrittura: “ama il tuo prossimo come te stesso…”; eppure, amare noi stessi e una sfida immensa.

Thich Nhat Hanh specifica: “Quando impariamo ad amare e capire noi stessi e ad avere vera compassione per noi stessi, allora, possiamo veramente amare e capire un’altra persona.”

Thich Nhat Hanh espande questa verita` dicendo: “A volte ci sentiamo vuote; avvertiamo che ci manca qualcosa. Abbiamo una sete profonda di capirci e di capire la vita. C’e` anche la sete di essere amati e di amare. Siamo pronti ad amare e essere amati. E` molto naturale.”

Questo è il potere e la bellezza della presenza e il ministero di Gesu`: TUTTO E` UNO. Non dice: “Adesso fa’ attenzione, faro` qualche cosa con amore.” Neanche dice: “Questa e` una azione santa-sacramentale.” No, Gesu` vive il mistero Dio-Amore, e la sua semplicita` profonda ci riempia di meraviglia.
Questa celebrazione alla Festa nuziale di Cana ci ricorda che l’identita` e la missione di Gesu` sono una risposta del Dio-amore in modi mondani, pratici, pastorali. Come ha detto Madre Teresa: “Non tutti noi possiamo fare grandi cose. Ma possiamo fare piccole cose con grande amore.”
Quindi, non siamo chiamati a cambiare l’acqua in vino, ma siamo chiamati a rendere le nostre azioni quotidiani in momenti di amore! Ad ogni momento e in ogni relazione, esprimiamo il nostro amore di Dio, di noi stessi e di tutto il creato.
Come dice Fyodor Dostoevsky nel romanzo “I Fratelli Karamazov”: Amate le persone nel loro peccato, perche` questo e` l’apparenza del Divino Amore ed e` l’amore piu` grande sulla terra. Amate tutto il creato di Dio; il tutto ed ogni granello di sabbia. Amate ogni foglia, ogni raggio della luce di Dio. Amate gli animali, amate le piante, amate tutto. Se amate tutto, percepirete il mistero divino nelle cose. Una volta percepito, inizierete a capirlo meglio ogni giorno. E raggiungerete, in fine, ad amare tutto il mondo con un’amore che abbraccia tutto.
Il bisogno di quest’amore “tutto-abbracciante” e` la nostra Festa Nuziale adesso. Possiamo usare le nostre qualita` individuali per cambiare il quotidiano in una azione di Dio-amore.

Sara Dwyer ASC

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...