In Alleanza

Il blog del Centro Internazionale di Spiritualità

Prima Domenica di Quaresima

Lascia un commento

“ Gesù, pieno di Spirito Santo, si allontanò dal Giordano e fu condotto dallo Spirito nel deserto dove, per quaranta giorni, fu tentato dal diavolo. (Luca 4:1-2)

Hai mai seguito un palloncino pieno di aria quando è stato liberato? Viaggia senza la minima esitazione. Alto e più alto vola. Durante il volo è sgombro e si muovere dovunque il vento lo porta. Infatti, il suo destino è determinato totalmente dal vento.

In questa prima Domenica di Quaresima sentiamo che Gesù fu pieno dello Spirito Santo e che si è permesso di essere condotto da quel Spirito nel deserto. Con la presenza straripante di Dio, era pronto di rimanere quaranta giorni in quel paessaggio sterile, dove avrebbe incontrato il diavolo faccia a faccia. Durante questo periodo vive dalla parte più profondo dal suo essere. Impara dalle lezioni della caduta e della sopravivenza, e deve sostenere la turbolenza di cuore che solo la tentazione possa creare. Come il palloncino che vola libero, Gesù dipende dai venti dello Spirito a guidarlo durante il soggiorno nel deserto.

Oggi, entrando nel deserto Quaresimale dobbiamo chiederci se siamo addestrati per fare il soggiorno di quarante giorni, oppure sarà solo un esercizio frustrante. Sapremo, nel nostro intimo, se sopravvivremo in questo periodo di prova, o saremo esitanti di fronte al viaggio perchè le nostre paure ci paralizzano?

Persone che sono piene dello Spirito Santo non sono controllate dalle paure. Non sono legate al terreno tramite le loro “manie”. Piuttosto volano oltre il potere del mondo e dipendono dalla forza dello Spirito sopravvivendo alle tempeste.

Se vogliamo sapere se la nostra vita è riempita dallo Spirito, dobbiamo domandarci semplicemente se conosciamo l’amore nel profondo del cuore. Perché l’amore è il vento che ci tiene in alto e ci guida dove non osiamo andare. Essere pieni di questo amore significa conoscere Dio come Creatore e abbracciare il fatto che dipendiamo da Dio per tutti i nostri bisogni. Questo conoscere è più di un sentimento, più di un pio pensiero. Conoscere l’amore intimo di Dio ci permette la libertà di correre rischi e di essere profeti, di essere guaritori e insegnanti e fedeli seguaci dello Spirito.

Sr. Janis Yaekel, ASC.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...