In Alleanza

Il blog del Centro Internazionale di Spiritualità

IL Buon Pastore

Lascia un commento

Il più grande bisogno dell’ uomo di oggi è un bisogno di verità, il bene e genuina leadership a tutti i livelli. Questa necessità deriva dal fatto che l’uomo d’oggi è abbastanza perso. Consapevolmente o invogliato, l’uomo è diventato schiavo di molti obiettivi falsi utilizzando mezzi che non fanno  parte della scala dei valori cristiani, i valori evangelici. Pertanto, abbiamo bisogno di vedere un vero leader. Fissiamo gli  occhi nella figura del Buon Pastore e il modo della sua gestione, e riscopriamo la bellezza della vera bontà che ci ha rivelato.

Il Vangelo di San Giovanni presenta le caratteristiche essenziali di un buon leader. Egli è colui che:

– Conosce quelli che sostiene

– Dà loro la vita

– Vigorosamente gli  difende perché appartengono a lui – nessuno le rapirà dalle sue mani

Sono queste le caratteristiche che caratterizzano le esigenze di ogni persona. Nonostante tante offerte e le fonti di comunicazione l’uomo si sente solo e non capito. Sentiamo il grande desiderio di farci conoscere da qualcuno nelle nostre profondità, nella nostra intimità, nelle nostre ferite. Lui, il Buon Pastore, fa questo.  Egli possiede la verità su di noi. Egli, che il nostro dolore lo ha preso sulle sue spalle.

Un altro importante bisogno umano è la necessità di felicità – di vivere la vita in pienezza. E proprio questo  bisogno il Buon Pastore compie nel dare se stesso a coloro che appartengono a lui. Lui versa il suo sangue per loro e gli lascia se stesso nel pane di vita da mangiare e così loro hanno la vita in se, la vita in abbondanza.

La terza esigenza dell’uomo odierno è quello di essere libero e sicuro nella leadership, avere la fiducia nel leadership. Proprio il Buon Pastore risponde su tutti i requisiti di sicurezza e di fedeltà. Una storia narra che una pecora ha trovato un buco nello spazio del ovile, ed è fuggita fuori. Lei era così felice perché se ne andata via. Tuttavia, lei si è molto allontanata, e si è persa. Notò poi che è stata seguita da un lupo. Lei correva, pero il lupo la perseguitava. Fortunatamente, il suo pastore è arrivato, e la salvata. Con l’amore la ha messa sulle spalle e riportato all’ovile. Al Pastore hanno detto che bisogna chiudere il buco nell’ovile, ma lui non voleva farlo.

Possiamo chiederci: perché il pastore non ha voluto chiudere il foro nell’ovile? Ecco la risposta: perché nel gregge di Cristo sono solo pecore che vogliono essere qui, e se qualche  vogliono andare sono libere di uscire, ma ancora il Buon Pastore li segue, non gli lascia.

Rimaniamo sempre nella vicinanza del Buon Pastore,  nel suo ovile, ascoltando la sua voce, andiamo a Lui.

 

Matija Paviƈ  ASC

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...